Responsabilita organi sociali

RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI 

 

PANORAMICA GENERALE

 

Lo Studio Legale Dalla Riva si occupa della responsabilità civile degli organi sociali, quindi contro gli amministratori, direttori generali, sindaci, revisori dei conti, componenti degli organi di vigilanza, soci di società di capitali, per comportamenti dolosi o colposi che abbiano cagionato danno alla società, ai soci o a terzi compresi gli stessi creditori. 

Con le recenti e mai terminate riforme delle procedure concorsuali, in particolare del concordato preventivo, di fatto i creditori chirografari si trovano spesso a non ricevere alcunché, dato che di solito viene approvato un concordato liquidatorio che porta a veder soddisfatto il proprio credito in minima parte ed oltretutto in tempi molto lunghi. 

A fronte di tale situazione, una delle strade per la tutela del proprio credito è proporre un'azione di responsabilità civile, se del caso attivandosi anche in sede penale, contro gli organi sociali se sussistono comportamenti dolosi e colposi compiuti durante la gestione della società, specie negli anni precedenti l'insolvenza, che hanno determinato gravi danni al patrimonio sociale. 

TUTELE CIVILI  

 

 Le azioni contro gli organi sociali sono molteplici e molto dipende dall'interesse di chi si intende tutelare, potendo agire per esempio il curatore fallimentare per la tutela del patrimonio sociale, i soci per lesioni da loro direttamente subite oppure direttamente i terzi, tra cui i creditori, per la perdita della possibilità di recuperare il loro credito, vista l'insolvenza della società. 

Si tratta quindi di vagliare con molta attenzione il caso concreto per capire il tipo di azione proponibile, dopo una esaustiva ricerca e studio di tutta la documentazione che dovrà essere recuperata. 

Quale mero orientamento si può presentare di seguito un elenco esemplificativo delle possibili tutele che l'ordinamento mette a disposizione, fermo rimanendo che ogni caso va valutato alla luce delle sue peculiarità: 

  • azione di responsabilità verso la società contro gli amministratori per violazione di legge o dello statuto o comunque per negligenza nella gestione esercitata ex artt. 2392, 2393 c.c. oppure dai soci ex art. 2393-bis c.c. o ancora nel caso di società s.r.l. ex art. 2476 c.c.; 

  • azione di responsabilità verso i creditori sociali contro gli amministratori per inosservanza degli obblighi inerenti alla conservazione del patrimonio sociale ex art. 2394 c.c. o comunque ex 2043 c.c.;c 

  • azione di responsabilità contro gli amministratori da parte del curatore fallimentare ex art. 2394-bis c.c.; 

  • azione di azione di responsabilità contro gli amministratori per il risarcimento del danno spettante al singolo socio o al terzo direttamente danneggiati da atti colposi o dolosi dei primi ex art. 2395 c.c.; 

  • azioni di responsabilità contro i direttori generali in relazione ai compiti loro affidati ex art. 2396 c.c.; 

  • azioni di responsabilità contro i sindaci ex art. 2407 c.c. che rispondono solidamente con gli amministratori per i fatti e omissioni di questi, quando il danno sarebbe stato evitato se i primi avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica; 

  • azioni di responsabilità contro i revisori legali e le società di revisione legale ex art. 15 D.lgs 27.01.2010 n. 39  che rispondono in solido tra loro e con gli amministratori nei confronti della società che ha conferito l’incarico di revisione legale, per i danni derivanti dall’inadempimento ai loro doveri; 

  • azioni di responsabilità contro gli amministratori e sindaci in caso di mancato adempimento agli obblighi che sorgono quando si verifica una causa di scioglimento della società ex art. 2485 o relativi  alla successiva conservazione del patrimonio sociale ex art. 2486 c.c.; 

  • azioni di responsabilità contro i liquidatori della società ex artt. 2489 e 2491 c.c..  

 TUTELE PENALI 

La tutela dei soci e terzi, tra cui i creditori, danneggiati dal comportamento degli organi sociali non si esaurisce solo nell'ambito delle tutele civili, essendo molto efficaci anche quelle penali. 

Molteplici sono i reati previsti dal legislatore contro i singoli componenti degli organi sociali, che vengono perseguiti dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale competente per territorio (di solito dove si trova la sede della società), d'ufficio o comunque su querela o denuncia di colui, socio o creditore, che ha subito un danno. 

La presentazione di una denuncia-querela si rivela in molti casi conveniente in quanto può dare origine ad una indagine penale i cui atti possono essere molto utili per il danneggiato per fondare un'azione di danno in sede civile o comunque preparare la costituzione di parte civile nel processo penale in caso di rinvio a giudizio. 

Lo Studio Legale Dalla Riva cura sempre con molta attenzione anche gli aspetti penalistici, non solo preparando la denuncia-querela, ma anche seguendo ogni fase del procedimento penale, iniziando dalle indagini preliminarise del caso supportandole con le opportune indagini difensive, sia per esempio predisponendo memorie difensive, l'opposizione all'archiviazione o la costituzione di parte civile, difendendo quest'ultima durante il processo penale in ogni grado e stato del processo. 

La costituzione di parte civile è da valutare in alternativa ad una autonoma azione civile di risarcimento del danno, i cui pro e contro vanno valutati caso per caso, assieme al cliente. 

  

ASPETTI TECNICI 

Le azioni di responsabilità contro gli organi sociali presentano difficoltà legate sia al recupero della documentazione (specie se si agisce a tutela del creditore sociale) sia alla sua valutazione che richiede la conoscenza di specifiche regole tecniche per esempio concernenti i bilanci, la contabilità, la revisione legale dei conti e altri aspetti tecnici. 

Per il creditore che vuole agire in giudizio, ricercare la documentazione è molto complesso e questo rappresenta uno degli elementi che induce il più delle volte a non proporre alcuna azione legale. Lo Studio Legale Dalla Riva ha sviluppato un metodo per recuperare la documentazione idonea, mediante l'utilizzo di banche dati pubbliche i cui dati vengono poi incrociati tra loro, con risultati il più delle volte molto efficaci. Ci sono poi azioni giudiziarie idonee ad evitare la dispersione degli atti sociali. 

La documentazione recuperata poi viene studiata con molta attenzione, incrociando e verificando di volta in volta i dati sulla base di altri documenti disponibili, per comprendere dove si annidano irregolarità amministrative o contabili, idonee a fondare una responsabilità civile, se del caso con riflessi penali. 

Per questo tipo di azioni lo Studio Legale Dalla Riva lavora in collaborazione con lo Studio del Commercialista dr. Marco Brida, una sinergia molto efficace per questo tipo di cause.